RELOAD: alpinismo e arrampicata

Professionisti della riabilitazione e climber appassionati al tuo servizio!

ReLoad! Siamo un team multidisciplinare di professionisti che mette a disposizione di ogni climber la propria esperienza professionale e personale dopo anni di lavoro con gli amanti di questo sport. Dall’identificazione del tuo problema, alla scelta delle strategie riabilitative migliori fino al return to sport, troverai un aiuto qualificato e allineato con le più attuali evidenze scientifiche. Ma non ci limitiamo solo a questo! Scorpi i nostri piani di allenamento per migliorare la tua performance, naviga tra gli articoli per leggere informazioni specifiche per climber, consulta le collaborazioni e troverai una rete di professionisti al tuo servizio. Non ti resta che contattarci, aspettiamo di conoscerti..

Only for climbers

Return to climb

Supera i tuoi limiti

In presenza e online

TESTIMONIANZE

Il parere di chi ha lavorato con noi

  • Credo che un buon allenatore debba prima di tutto infonderti fiducia: ho sentito fin da subito di potermi fidare della competenza, professionalità e gentilezza di Luca. In passato avevo già seguito schede di allenamento, ma non si adattavano alle mie esigenze. Luca è sempre stato disponibile ad ascoltarmi e a lavorare con me: ciò mi ha motivata moltissimo. Consiglio alla grande Reload!
    Marta
  • Claudia, una persona squisita, un programma di allenamento che mi ha subito entusiasmato sin dalla prima volta che l'ho provato, sempre disponibile per chiarimenti e spiegazioni. Mi trovo da dio! Super coach e super team Reload!
    Nicolò
  •   Ho contattato Reload perché ero in cerca di qualcuno che mi potesse aiutare ad affrontare i miei infortuni alle dita. Qui ho avuto l'occasione di conoscere Luca : persona competente, professionale e molto appassionata. Sono riuscito a risolvere tutti i problemi che avevo e sono tornato a scalare come prima, anzi più' di prima. Andare da Reload significa trovarsi in buone mani, letteralmente!
    Stefano
  • Inizialmente contattai Claudia per un infortunio al dito...dopo 1 anno e mezzo di allenamento, oltre ad essere riuscita a guarire il dito senza mai smettere di scalare, mi ritrovo con un altro corpo tanti obiettivi raggiunti! Finalmente posso dire di sentirmi un'atleta, seguita da una professionista perché no, anche da un'amica con cui condividere le gioie che l'arrampicata mi regala!
    Irene
  •         Ho conosciuto Reload alcuni anni fa quando soffrivo di epitrocleite da mesi. Ero arrivato al punto che avevo quasi smesso di scalare e mi svegliavo la notte dal dolore. Luca mi ha seguito passo passo finché il dolore non è sparito e mi ha aiutato a recuperare la forma. Da quel momento è nato un bel rapporto di fiducia e mi sono affidato a loro per la programmazione dell’allenamento aiutandomi ad avere metodo, costanza, ridurre in modo significativo gli infortuni e inseguire i miei sogni verticali!
    Matteo
  •   Lavorare con Claudia e il suo team è stato un piacere! Un return to play fatto di disponibilità negli orari, professionalità...e due avambracci che mi hanno stritolato la caviglia fino a riportarmi a correre dopo 6 settimane!
    Luca
  • Dopo mesi persi a seguire allenamenti trovati in rete senza aver ottenuto alcun risultato ma solo frustrazione, essermi appoggiata a Reload Climb è stata la svolta. Schede di allenamento chiare, mai noiose e tarate precisamente sulla propria persona. Luca sempre super disponibile per ogni chiarimento.

    Camilla

Seguici anche su Instagram!

🟠MASSIMALE NELLE TRAZIONI🟠
❓Come si calcola il massimale nelle trazioni? Per massimale si intende il carico massimo con cui l'atleta riesce a portare a termine una trazione completa, partendo con le spalle stese e terminando con il mento oltre la sbarra. 
➡️Per carico massimo si intende il peso corporeo dell'atleta stesso, addizionato eventualmente del sovraccarico, oppure sottratto lo scarico. Non vi preoccupate, è molto più semplice di quanto sembri!
▶️Si comincia provando a fare una trazione completa. Se non ci riuscite dovrete scaricare parte del vostro peso corporeo mediante l'ausilio di una carrucola e uno spezzone di corda, che collegato all'imbrago permetterà di togliere un po' del peso corporeo applicando un contrappeso, come si vede nel video.  In  questo caso, si dovrà trovare il minimo scarico che permetta di fare una trazione completa.
⏩ Per chi invece riesca a portare a termine più di una trazione completa a peso corporeo, sarà necessario applicare un sovraccarico all'imbrago, fino a trovare il peso massimo con cui l'atleta riesce a portare a termine una trazione. 
🔝L'ideale sarebbe non superare i 5-6 tentativi, avendo l'accortezza di riposare in modo completo (3-4 minuti) tra un tentativo e il successivo. 
🤔Conoscere il massimale ci consente di sapere con che carico fare le trazioni in base all'obiettivo di migliorare la nostra forza o la resistenza. Ad esempio, per allenare la forza possiamo fare 5 trazioni al 85% del massimale, per 3-4 serie, due volte a settimana, riposando 3-5 minuti tra le serie. Perciò, se l'atleta pesa 70 kg e ha un sovraccarico all'imbrago di 30 kg, il suo massimale sarà di 100 kg. Per allenarsi al 85%, dovrà usare un carico all'imbrago di 15 kg . ❓Domande? scriveteci⤵️
#allenamento #trazioni #arrampicata #performance

🟠MASSIMALE NELLE TRAZIONI🟠

❓Come si calcola il massimale nelle trazioni? Per massimale si intende il carico massimo con cui l`atleta riesce a portare a termine una trazione completa, partendo con le spalle stese e terminando con il mento oltre la sbarra.

➡️Per carico massimo si intende il peso corporeo dell`atleta stesso, addizionato eventualmente del sovraccarico, oppure sottratto lo scarico. Non vi preoccupate, è molto più semplice di quanto sembri!

▶️Si comincia provando a fare una trazione completa. Se non ci riuscite dovrete scaricare parte del vostro peso corporeo mediante l`ausilio di una carrucola e uno spezzone di corda, che collegato all`imbrago permetterà di togliere un po` del peso corporeo applicando un contrappeso, come si vede nel video. In questo caso, si dovrà trovare il minimo scarico che permetta di fare una trazione completa.

⏩ Per chi invece riesca a portare a termine più di una trazione completa a peso corporeo, sarà necessario applicare un sovraccarico all`imbrago, fino a trovare il peso massimo con cui l`atleta riesce a portare a termine una trazione.

🔝L`ideale sarebbe non superare i 5-6 tentativi, avendo l`accortezza di riposare in modo completo (3-4 minuti) tra un tentativo e il successivo.

🤔Conoscere il massimale ci consente di sapere con che carico fare le trazioni in base all`obiettivo di migliorare la nostra forza o la resistenza. Ad esempio, per allenare la forza possiamo fare 5 trazioni al 85% del massimale, per 3-4 serie, due volte a settimana, riposando 3-5 minuti tra le serie. Perciò, se l`atleta pesa 70 kg e ha un sovraccarico all`imbrago di 30 kg, il suo massimale sarà di 100 kg. Per allenarsi al 85%, dovrà usare un carico all`imbrago di 15 kg . ❓Domande? scriveteci⤵️

#allenamento #trazioni #arrampicata #performance
...

52 0
💚Love my job💚
🙏🏽 @isabella_somenzi 🙏🏽
"A marzo 2024 ho cominciato a seguire un piano di allenamento con Reload. Oggi, dopo quasi cinque mesi, mi sento cambiata ma soprattutto felice e soddisfatta. Ero bloccata mentalmente quando scalavo ma anche fisicamente a causa di una tendinite al tendine d’Achille che ho da qualche anno. Non mi sentivo nemmeno molto pronta fisicamente,  poco preparata per sostenere gli sforzi fisici che la scalata richiede. Riconoscevo di avere dei punti di forza ma capivo che non ero stabile fisicamente: magari mi sentivo più forte nelle dita che nelle gambe ma era chiaro che non avessi una preparazione solida a posteriori. Di conseguenza il mio fisico ne risentiva e si susseguivano periodi di stop forzati. Le schede, che pensavo fossero qualcosa di inaffrontabile per me e ammetto anche poco accattivanti perché l’obbiettivo era solo ‘SCALARE!’, sono diventate una linea guida e dei momenti importanti che mi hanno consentito di rinforzare il mio corpo, preparandolo e gestendo la tendinite che ora non è predominante come prima, anzi, sempre sotto controllo. Gli allenamenti sono diventati momenti di piacere dove ho cominciato a conoscere meglio il mio fisico, capirlo e ascoltarlo. Tutti questi elementi mi hanno seguito nelle arrampicate su roccia, consentendomi nel giro di questi pochi mesi di passare da un paio di 6c chiusi per miracolo al mio primo 7b. Il passaggio poteva essere dal 5a al 5c, il pensiero di fondo è il medesimo: ho raggiunto traguardi che mai avrei immaginato, sia mentalmente che fisicamente, che mi hanno donato momenti bellissimi, soddisfacenti, di contatto e fiducia in me stessa. Ho capito ció che posso realizzare, apprezzare, godendomi ogni momento dell’arrampicata, vivendola al meglio e sentendomi finalmente libera e leggera. 
Ci tengo molto a ringraziare @luca_lancellotti_ft , che oltre ad essere un professionista nel suo lavoro porta all’interno di esso un atteggiamento verso le persone profondamente amichevole.
Mi ha seguito con estrema attenzione, senza farmi mai mancare nulla e rassicurandomi davanti a dubbi e perplessità, incoraggiandomi anzi a godermi queste nuove sensazioni e belle esperienze" Isabella

💚Love my job💚
🙏🏽 @isabella_somenzi 🙏🏽

"A marzo 2024 ho cominciato a seguire un piano di allenamento con Reload. Oggi, dopo quasi cinque mesi, mi sento cambiata ma soprattutto felice e soddisfatta. Ero bloccata mentalmente quando scalavo ma anche fisicamente a causa di una tendinite al tendine d’Achille che ho da qualche anno. Non mi sentivo nemmeno molto pronta fisicamente, poco preparata per sostenere gli sforzi fisici che la scalata richiede. Riconoscevo di avere dei punti di forza ma capivo che non ero stabile fisicamente: magari mi sentivo più forte nelle dita che nelle gambe ma era chiaro che non avessi una preparazione solida a posteriori. Di conseguenza il mio fisico ne risentiva e si susseguivano periodi di stop forzati. Le schede, che pensavo fossero qualcosa di inaffrontabile per me e ammetto anche poco accattivanti perché l’obbiettivo era solo ‘SCALARE!’, sono diventate una linea guida e dei momenti importanti che mi hanno consentito di rinforzare il mio corpo, preparandolo e gestendo la tendinite che ora non è predominante come prima, anzi, sempre sotto controllo. Gli allenamenti sono diventati momenti di piacere dove ho cominciato a conoscere meglio il mio fisico, capirlo e ascoltarlo. Tutti questi elementi mi hanno seguito nelle arrampicate su roccia, consentendomi nel giro di questi pochi mesi di passare da un paio di 6c chiusi per miracolo al mio primo 7b. Il passaggio poteva essere dal 5a al 5c, il pensiero di fondo è il medesimo: ho raggiunto traguardi che mai avrei immaginato, sia mentalmente che fisicamente, che mi hanno donato momenti bellissimi, soddisfacenti, di contatto e fiducia in me stessa. Ho capito ció che posso realizzare, apprezzare, godendomi ogni momento dell’arrampicata, vivendola al meglio e sentendomi finalmente libera e leggera.
Ci tengo molto a ringraziare @luca_lancellotti_ft , che oltre ad essere un professionista nel suo lavoro porta all’interno di esso un atteggiamento verso le persone profondamente amichevole.
Mi ha seguito con estrema attenzione, senza farmi mai mancare nulla e rassicurandomi davanti a dubbi e perplessità, incoraggiandomi anzi a godermi queste nuove sensazioni e belle esperienze" Isabella
...

96 3
Posted @withregram •  Thanks to @fbettarigaexercisemedicine
 💣💣💣Another paper accepted, this time in the Strength and Conditioning Journal of Australia
📰Happy to see this paper finally accepted! Major credit to @luca_lancellotti_ft and @claudia.mario.fisio who created @reload.climb to assess, rehab, and improve climbers’ performance, an amazing job! In this study, reload collected data from 69 climbers, assessing several strength and physical performance tests. We observed that an intermittent-fatiguing strength test correlated with finger, pull and IMTP strength test, we also profiled the total score of athleticism based on climbers’ levels. This will allow coaches to design the most appropriate training programs to enhance performance and reduce risk of injury.
📰Sono felice di vedere questo lavoro finalmente accettato! Il merito va soprattutto a Luca e Claudia che hanno creato @reload per valutare, riabilitare e migliorare le prestazioni degli arrampicatori, un lavoro straordinario! In questo studio, reload ha raccolto i dati di 69 arrampicatori, valutando diversi test di forza e di prestazione fisica. Abbiamo osservato che un test di affaticamento intermittente era correlato con i test di forza delle dita, delle tirate e dell'IMTP, abbiamo inoltre creato il profilo attraverso il punteggio totale di atleticità in base ai livelli degli arrampicatori. Questo permettera’ di creare piu’ appropriati programmi di allenamento per migliorare le performance e ridurre il rischio di infortuni.
🙏Fantastic team as always @lucamaestroni1987 @anthonyturneruk @profrobnewton @chrisbishop_uk_1982
🔗https://www.researchgate.net/profile/Francesco-Bettariga-2/research

Posted @withregram • Thanks to @fbettarigaexercisemedicine
💣💣💣Another paper accepted, this time in the Strength and Conditioning Journal of Australia

📰Happy to see this paper finally accepted! Major credit to @luca_lancellotti_ft and @claudia.mario.fisio who created @reload.climb to assess, rehab, and improve climbers’ performance, an amazing job! In this study, reload collected data from 69 climbers, assessing several strength and physical performance tests. We observed that an intermittent-fatiguing strength test correlated with finger, pull and IMTP strength test, we also profiled the total score of athleticism based on climbers’ levels. This will allow coaches to design the most appropriate training programs to enhance performance and reduce risk of injury.

📰Sono felice di vedere questo lavoro finalmente accettato! Il merito va soprattutto a Luca e Claudia che hanno creato @reload per valutare, riabilitare e migliorare le prestazioni degli arrampicatori, un lavoro straordinario! In questo studio, reload ha raccolto i dati di 69 arrampicatori, valutando diversi test di forza e di prestazione fisica. Abbiamo osservato che un test di affaticamento intermittente era correlato con i test di forza delle dita, delle tirate e dell`IMTP, abbiamo inoltre creato il profilo attraverso il punteggio totale di atleticità in base ai livelli degli arrampicatori. Questo permettera’ di creare piu’ appropriati programmi di allenamento per migliorare le performance e ridurre il rischio di infortuni.

🙏Fantastic team as always @lucamaestroni1987 @anthonyturneruk @profrobnewton @chrisbishop_uk_1982

🔗https://www.researchgate.net/profile/Francesco-Bettariga-2/research
...

36 0